La regola benedettina: il management delle risorse umane.

Il management Benedettino nelle abazie

Foto di Luigi Orrù

...il perché della sua attualità

Agostino di Ippona affermava che “solo i fatti danno credibilità alle parole”; ogni teoria ne vale un’altra finché non è l’esperienza a stabilire se sia valida o meno. Molte e varie sono le teorie sul management e sulla leadership, ma tutte talmente recenti (meno di un secolo di vita) da non poter stabilire se l’esperienza dei fatti storici darà loro ragione o meno. C’è stata invece una scuola pratica e un modello teorico che hanno certamente superato la prova dei fatti: è la Regola Benedettina. La Regola ha costituito la base dell’operare manageriale dei primi manager del Medioevo, gli abati dei monasteri benedettini, e il testo della Regola costituisce il vademecum che spiega come operavano e oggi può consentire di operare come loro. In oltre 600 anni i monasteri benedettini hanno rivoluzionato le campagne dell’Europa uscita dalle invasioni barbariche e creato un modello di organizzazione economica e imprenditoriale ancora oggi vincente.

A scuola con i manager di Dio

I seminari assumono come finalità di far acquisire gli elementi di management aziendale e imprenditoriale derivati dal modello storico di maggior successo positivo e circostanziato da abbondanza e sicurezza di fonti storiche.

I modelli attuali di management e leadership derivano le loro strutture da “scienze” molto recenti, quali la psicologia delle organizzazioni, la sociologia, l’antropologia culturale, l’economia aziendale, ecc, le quali, tuttavia, solo marginalmente utilizzano il materiale storico come propria base di analisi e di proposta operativa.

I seminar di management e leadership imprenditoriale intendono, invece, recuperare i principi ispiratori e le tecniche operative che hanno permesso l’affermazione dei più rilevanti modelli storici di successo.

Il modello della organizzazione abbaziale benedettina, improntato sulla Regola che ne costituisce ispirazione, metodo e struttura, costituisce il paradigma sul quale anche le imprese odierne e gli attuali leader preposti a guidarle posso ispirarsi come modello vincente storicamente (secoli di successi continui e progressivi con generazioni diverse di Abati) e da cui trarre principi comportamentali pratici

Contenuti

Gli obiettivi pratici cui mirano i seminari derivati dalla Regola Benedettina sono:

1)     La regola è superiore al manager:
I principi ispirativi della organizzazione manageriale: condivisione delle finalità, oggettivizzazione delle norme e dei comportamenti, strutturazione della organizzazione, sistemi motivazionali e condivisione delle strategie
2)     Stabilitas e motivazione:
La motivazione nella azione del management aziendale: senso di appartenenza, integrazione nel gruppo-azienda, gratificazioni di tipo immateriale, valorizzazione dell’individuo in ogni processo operativo e decisionale, ecc
3)     Il Leader: Pater et Magister:
Ruolo della leadership aziendale: il carisma e l’esempio, il supporto e la correzione, la formazione continua dei collaboratori, ecc
4)     Leadership e potere:
Il ruolo supportivo e formativo del Leader: docere, constituere, iubere (insegnare, organizzare e solo poi comandare).
5)     L’individuo e la comunità:
Senso di continuità sovra generazionale della vita e del lavoro nell’azienda/impresa, radicamento ed esaltazione dell’homo socialis e ridimensionamento sostanziale dell’homo individualis, i valori dell’umiltà e dell’obbedienza declinati in funzione del gruppo-azienda.
6)     Il silenzio e l’azione:
La gestione del tempo nell’organizzazione aziendale e nel piano di lavoro individuale, compito sostanziale del sistematico isolarsi dalle emergenze per inquadrare sempre l’obiettivo strategico, co-presenza organica del momento elaborativo e riflessivo nella vita manageriale.

Destinatari

I seminari sono rivolti, quali destinatari principali, a manager, a responsabili della gestione di risorse umane, a liberi professionisti nonché a dirigenti di Enti e istituzioni Pubbliche.
Possono esserne destinatari anche singoli individui o gruppi interessati a riesaminare e rielaborare il proprio senso di vita individuale in ordine ai valori esistenziali e al proprio impegno comunitario.

Durata e organizzazione dei seminari

I seminari si articolano in week end formativi:
Venerdi:
Arrivo nel pomeriggio, presentazione del gruppo, visita della Abbazia
Cena e pernottamento.
Sabato:
Sessione seminariale del mattino:
- Presentazione del programma e primo seminario
- Coffe break
- Secondo seminario
- Sessione di lavoro manuale con i monaci sulla rilegatoria e restauro di libri antichi
Pranzo con i Monaci: letture spirituali durante il pranzo.
- Meditazione individuale
- Seminario formativo
- Break coffe
- Seminario formativo
- Sessione di lavoro con i monaci sulla rilegatoria e restauro di libri antichi
Cena comune
Tempo libero e confronto comunitario fra partecipanti e monaci.

Domenica:
Liturgia religiosa nell’Abbazia per chi lo desidera
Sessione seminariale del mattino:
- Primo seminario del mattino
- Coffe break
- Secondo seminario
- Sessione di lavoro manuale con i monaci sulla rilegatoria e restauro di libri antichi
Pranzo con i Monaci: letture spirituali durante il pranzo.
Chiusura seminariale del laboratori
Partenza presso le proprie residenze
Pranzo comune e partenza nel pomeriggio.

Sede dei seminari

I seminari si svolgono presso l’Abbazia di S.Pietro di Sorres, nel comune di Borutta, provincia di Sassari in Sardegna.
E’ la location ideale per comprendere l’ambiente, lo spirito e l’atmosfera operativa in cui si muove una abbazia benedettina.
I seminari verranno svolti nella sala capitolare, i momenti di riflessione verranno vissuti nel chiostro del convento, i pasti verranno consumati insieme ai monaci secondo tempi e ritualità benedettina, i momenti di vita pratica saranno appoggiati al laboratorio di restauro dei libri presente nella Abbazia di S.Pietro di Sorres.
Si parteciperà alla vita comune della Abbazia secondo i ritmi e i tempi da questa impostata secondo la Regola.
Pertanto, seppure facoltativo, si suggerisce la partecipazione ai momenti di vita comunitaria: laudi, uffici divini di sesta e di nona, vespro e compieta.

Ricettività

L’ospitalità è garantita, all’interno della Abbazia di S.Pietro di Sorres, in camere singole o doppie con bagno in camera e aria condizionata.

Relatore

I seminari verranno svolti da Rocco Meloni, studioso di storia e filosofia medioevale e responsabile della Agenzia Formativa R&M Servizi srl.
E’ traduttore della Regola benedettina e autore del libro I manager di Dio dedicato all’analisi, in chiave manageriale, della Regola di San Benedetto.
In ottica manageriale e nello spirito di recupero contemporaneo delle grandi eredità culturali dell’antichità classica, ha elaborato una rivisitazione funzionale della oratoria classica greca e romana, culminata nella pubblicazione del libro “Manuale di oratoria per il leader”, derivato dalla declinazione moderna del De oratore di Marco Tullio Cicerone. Il dotto. Rocco Meloni svilupperà, sulla stretta osservanza della Regola Benedettina, i paradigmi che fecero diventare gli Abati benedettini dei manager pre moderni capaci di sviluppare crescita economica, sviluppo culturale e influenza politica.
I partecipanti avranno in dotazione una copia del Libro “I manager di Dio” e una copia della Regola di San Benedetto tradotta in italiano da Rocco Meloni, con testo latino a fronte.

Titoli

  • Seminari
  • Contenuti
  • Destinatari
  • Durata e organizzazione dei seminari
  • Sede dei seminari
  • Ricettività
  • Relatore

La brochure

Il libro

I manager di Dio

Modulo di iscrizione

Compila i campi del modulo sottostante, sarete contattati al più presto.

Il libro

I manager di Dio

Modulo di iscrizione

Compila i campi del modulo sottostante, sarete contattati al più presto.